IL BRAND

Un sorriso per vincere la resistenza della vita.

logo-06.png

La vita è piena di sorprese. La vita dà, la vita chiede. E quando bussa non possiamo far altro che accoglierla, con un sorriso!

…ma così è la vita! È il nuovo Brand per un Design For All, ovvero per affrontare con leggerezza ma serietà le problematiche legate ad una malattia genetica rara ma invasiva.

L’associazione AICH, dopo i suoi primi 10 anni di operato sociale, assume un ruolo nazionale, ancora più attivo e innovativo e teso a migliorare concretamente la qualità della vita dei malati di Huntington, non dimenticando mai l’importanza di saperlo raccontare con leggerezza e serietà, perché la vita va saputa affrontare con saggezza, ascolto e un po’ di ironia. Un brand per la realizzazione di oggetti e strumenti che non solo possano supportare le esigenze, piccole e grandi, quotidiane del malato e dei suoi familiari ma che sappiano offrire anche bellezza all’oggetto stesso superando così la mortificazione dell’handicap.

 Il bello è universale, il bello unisce; è come l’arte che nutre l’anima e sa restituire un sorriso là dove il dolore smarrisce la persona. Mai come oggi la necessità di verità guida e sconvolge le politiche di marketing. La necessità di rinnovamento, di riappropriazione dei valori come forma di vita sono gli attori principali di un fenomeno culturale sociale sempre più sensibile alle minoranze, al dolore, alle disuguaglianze e gioca un ruolo decisivo nelle politiche di comunicazione.

Il brand …ma così è la vita! aiuterà a veicolare in modo più capillare e trasversale l’identità dell’Associazione AICH e la sua mission, fungendo da informatore sugli stakeholders in una coesione e fiducia tra le attività di sostegno dell’associazione stessa, il malato e la sua famiglia e la popolazione.

In questo momento storico è proprio il mondo no profit a rappresentare e difendere le istanze sociali, spesso generatore di “prodotti” creati per essere strumenti risolutivie di miglioramento della vita quotidiana, come anche fungono da perno etico e culturale. L’intento dichiarato del brand, muoverà sinergie, pensieri, pratiche, usanze e spazi anche con altri brand, integrando le intelligenze usate per la progettazione di questi oggetti a favore di un cambio di posizione da parte delle aziende produttrici più favorevoli ad una attenzione sui temi di integrazione sociale con le dovute ripercussioni positive di sostegno per l’associazione e di esigenza reale da parte del malato.

Il linguaggio del segno grafico scelto è quello universale, anzi, il più conosciuto come il famoso smile, la faccina che sorride la cui storia della nascita è molto controversa. Nel 1962 una radio locale di New York, (WMCA), regalò come premio ai suoi ascoltatori che rispondevano come prima frase “WMCA good guys” una felpa con il disegno di un cerchio con all’interno due occhi e una linea per definire il sorriso.

Da allora molte multinazionali, grafici pubblicitari, case di moda sfruttarono l’icona oggi declinata in vero e proprio alfabeto delle emozioni.

Il brad  …ma così è la vita! lo scompone presentandolo in un kit grafico di assemblaggio, tipico delle istruzioni allegate a mobili o oggetti di design componibili, per rafforzare il concept  per il quale è nato: coinvolgere le intelligenze del design italiano a favore dei malati di Huntington. I colori sono il nero e il giallo seguendo un rigore cromatico attribuito alla segnaletica stradale. Sono anche i due colori originali dell’icona dello smile.

 

 

IL CODICE ETICO

Il Progetto …ma così è la vita! si rivolge a designer e architetti professionisti, ma anche a studenti di Scuole di design e di Architettura, Istituti d’arte e Accademie, allo scopo di creare un oggetto funzionale ed esteticamente connotato che sia pensato per un utilizzatore con disabilità, ma nello stesso tempo sia avvicinabile e godibile anche da persone che non presentino altrettante difficoltà motorie. La progettazione e, auspicabilmente, la produzione e la distribuzione del bene e dei servizi correlati dovranno essere dotati di caratteri e valori ispirati alla più ampia responsabilità etica verso l’individuo, la società e l’ambiente; dovranno essere volti alla ricerca di nuovi materiali, all’esplorazione completa delle dinamiche di comportamento nelle diverse età, nel pieno rispetto della non discriminazione; dovranno inoltre dare impulso all’innovazione sostenibile, a nuovi linguaggi estetici, al progresso sociale e scientifico, in ambito sia nazionale che internazionale. L’etica dei comportamenti non è valutabile solo nei termini di stretta osservanza delle norme di Legge: essa si fonda sulla condivisione, sull’ascolto, sulla sensibilità e sulla tensione comune indirizzata a raggiungere i più elevati standard di benessere per tutti.

Finalità

Il Codice ha come scopo precipuo quello di dichiarare e diffondere quei valori e quelle regole comportamentali e professionali che sono fatti propri dai partecipanti, designers e aziende, all’atto stesso della partecipazione al concorso: il fine comune è quello di creare oggetti di design che siano studiati considerando le esigenze legate a specifiche difficoltà motorie dei malati di Huntington, ma che ne elevino lo studio ad un piano estetico non discriminatorio affinché si esalti la funzionalità e la bellezza dell’oggetto in quanto tale, così da renderlo a tutti gli effetti un complemento di arredo.

Destinatari

Il presente Codice si applica a tutti gli iscritti al contest e a tutti coloro che operano come dipendenti o come soggetti che, a qualsiasi titolo, offrono il proprio contributo nell’organizzazione e nello svolgimento delle attività legate a questo contest. Tutti i Destinatari devono pertanto ottemperare alle prescrizioni del presente Codice ed ai principi che ne sono a fondamento, conformandosi alle regole comportamentali in esso definite.

Obbligatorietà

Il Codice etico prevale su qualunque disposizione, contenuta in regolamenti interni o procedure, che dovesse entrare in conflitto con lo stesso. La conoscenza e l’adeguamento alle prescrizioni del Codice rappresentano un requisito indispensabile all’instaurazione ed al mantenimento di rapporti collaborativi con terzi, nei confronti dei quali l’AICH si impegna a diffondere ogni connessa informativa, in un contesto di assoluta trasparenza.

PRINCIPI GENERALI

Il Codice etico di questo contest trova fondamento nei seguenti principi generali:

Promozione e tutela della persona:

Il partecipante contribuisce ad accrescere la dignità individuale e la non discriminazione, assicurando al malato condizioni di vita dignitose, in ambienti sicuri e salubri.

Responsabilità individuale:

E’ il fattore al quale i partecipanti devono fare riferimento nella creazione dell’oggetto e  che riassume la dignità individuale e sociale della persona

 Consapevolezza:

Il partecipante è chiamato ad esaltare  la consapevolezza della funzione sociale attraverso la propria professionalità nei confronti di tutti i portatori di handicap ma anche di tutti coloro che ne possano trarre vantaggio incondizionato..

Imparzialità:

Il contest garantisce pari opportunità agli interlocutori interni ed esterni, costruendo relazioni fondate sul reciproco rispetto, sulla solidarietà e sul merito, che mirino a condannare ogni forma di discriminazione e abuso nei rapporti sia interni sia esterni.

 Correttezza negli affari:

Il contest adotta e promuove una visione etica del mercato fondata sul rispetto delle persone, sulla libera iniziativa, sulla competizione regolata e sulla concorrenza leale. I piani commerciali delle aziende che vorranno aggiudicarsi la produzione e vendita dell’oggetto, dovranno rispondere con il loro operato ad un profondo patto etico e quindi dovranno prescindere alla mera profittabilità  privilegiando la cultura del messaggio e la valorizzazione del tenore di vita nel vivere quotidiano.

 Tutela della Privacy:

Il contest  si atterrà alle regole vigenti in materia di protezione e tutela dei dati personali, non utilizzando né pubblicando informazioni e dati riservati se non nei limiti e in funzione della divulgazione, organizzazione dell’evento/premio stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...